Cellulite: cosa fare per fermarla?

Si dice spesso che la cellulite è il disturbo più democratico che ci sia: alte e basse, modelle e casalinghe, magre e meno magre, questo problema affligge la maggior parte delle donne. Sarebbe dunque superfluo spiegare cos’è la cellulite, ma lo faremo comunque, per onor di cronaca e di completezza, seppur con parole molto semplici. Quando si parla di cellulite ci si riferisce a quel grasso antiestetico che si forma sui glutei e sui fianchi. Non è assolutamente una malattia grave, anzi, la comunità scientifica è tuttora combattuta sul considerarla come una vera e propria patologia o se declinarla come una normalissima condizione femminile. Ciononostante, non vi è dubbio che questo fastidio possa mettere a disagio chi si ritrova a fronteggiarlo, soprattutto nel momento di indossare dei pantaloncini corti oppure il costume da bagno. Ma cosa si può fare contro la cellulite? Cosa si può mangiare e cosa invece non si può mangiare? E ancora più importante: quali sono le cause della cellulite?

La cellulite: conosciamo la nostra nemica

Prima di tutto va sottolineato che questo inestetismo tende a ripresentarsi di madre in figlia, anche se va detto che ci sono molte azioni che si possono intraprendere per rallentarne, fermarne o come minimo posticiparne lo sviluppo, mettendo in pratica tutti i nostri consigli per evitare la ritenzione idrica. Come sappiamo fin troppo bene, la cellulite si manifesta con il tipico aspetto bucherellato a buccia d’arancia, il quale però è in realtà un sintomo di un problema interno, al livello del tessuto connettivo. Il formarsi della cellulite, infatti, altro non è che un accumulo di grassi sotto forma di aumento di volume delle cellule adipose sui fianchi, sulle cosce e sui glutei.

Perché si forma la cellulite?

Per capire le cause della formazione della cellulite bisogna partire da una base comune del nostro organismo: tutti quanti, sotto la nostra cute, abbiamo infatti uno strato di cellule di grasso, il quale di fatto viene utilizzato per accumulare energia di riserva per il nostro organismo. Tale strato si chiama pannicolo adiposo, e di per sé non fa nulla di male, anzi: il problema è che, nelle donne, a modificare lo stato di quiete del pannicolo adiposo ci pensano gli estrogeni. Questi ormoni sessuali, andando a favorire per loro natura la ritenzione idrica, finiscono per dare il via ad un progressivo aumento di volume del pannicolo, che porta piuttosto velocemente ad una rottura delle cellule che lo costituiscono. Il risultato di questa infelice congiuntura tra estrogeni e pannicolo adiposo è la diffusione nelle zone circostanti dei trigliceridi, la quale si esplica in ultima battuta con il tanto odiato rigonfiamento dell’adipe.

I fattori che favoriscono questa nefasta catena di eventi che porta al formarsi della buccia d’arancia dunque sono:

  • Fattori ormonali
  • Fattori genetici
  • Problemi di circolazione
  • Accentuata sedentarietà
  • Fattori ormonali
  • Alimentazione scorretta
  • Accumulo di stress

Cosa fare contro la cellulite? Partiamo dall’attività fisica!

Quella contro la cellulite è una guerra che si deve combattere su molti fronti, in quanto, come abbiamo visto, le cause della sua insorgenza possono essere davvero tante. Non esiste una pillola miracolosa contro la pelle a buccia d’arancia, e nessuna formula magica può far scomparire questo inestetismo dai glutei e dalle cosce. Per prevenire o ridurre la cellulite bisogna dunque cambiare almeno in parte il proprio stile di vita, impegnandosi quotidianamente a fare dell’attività fisica, così da ridurre l’accumulo di grassi, velocizzare il metabolismo e migliorare la circolazione. Va sottolineato che quando si parla di attività fisica non si intendono per forza degli allenamenti particolarmente duri: l’importante è infatti fare regolarmente del movimento, così da dare elasticità ai tessuti ed aiutare e ravvivare il nostro apparato circolatorio. Impegnarsi nello sport, inoltre, può aiutarci ad eliminare vizi che non fanno che peggiorare la circolazione ed accrescere la ritenzione idrica, come l’abuso di alcolici o di caffè o,peggio ancora, la dipendenza da nicotina.

Cellulite: cosa mangiare e cosa non mangiare

Ad aiutarci a ridurre progressivamente la cellulite concorre anche un’alimentazione regolare, equilibrata e salutare, cercando di eliminare per quanto possibile tutti quegli alimenti che provocano la ritenzione idrica. La prima e determinante regola è quella di bere molta acqua, così da incentivare l’eliminazione dei liquidi. Il secondo passo prevede poi l’eliminazione degli alimenti troppo ricchi di grassi, privilegiando invece i cibi ad alto apporto proteico: assumere un sufficiente numero di proteine, infatti, è molto utile per consentire un salutare sviluppo muscolare. Altri elementi fondamentali per combattere la cellulite sono poi il ferro e la vitamina C, per aiutare la circolazione, ed il potassio, per incentivare un naturale drenaggio dei fluidi. Nella cucina di una donna che ha iniziato la sua guerra contro la cellulite, dunque, non dovrebbero mai mancare la carne bianca, il pesce, le uova, i legumi e la pasta integrale, circondati ovviamente da frutta e verdura fresca.

I comportamenti sbagliati che aiutano la cellulite

Fare sport, evitare sigarette, alcol e caffè, bere molta acqua, adottare una dieta salutare… per prevenire e ridurre la cellulite, però, bisogna anche eliminare alcune cattive abitudini che potrebbero sembrare del tutto scollegate dalla pelle a buccia d’arancia. Sbagliato: azioni come tenere sempre le gambe accavallate e indossare frequentemente indumenti molto attillati possono aumentare le possibilità di aumento della cellulite, in quanto vanno a contrastare una buona circolazione. C’è poi un altro fattore che va a braccetto con la cellulite, anche se va detto che eliminarlo è tutt’altro che semplice: parliamo ovviamente dello stress, che non solo ci rovina le giornate, ma ci fa anche accumulare tossine, e agevola lo svilupparsi della cellulite.

Creme e trattamenti anticellulite

Nessuna guerra, però, si può vincere da soli: per arginare la cellulite arrivano però in nostro soccorso trattamenti, integratori, oli e creme anticellulite. L’effetto dei migliori prodotti contro la cellulite è durevole nel tempo grazie ai numerosi principi attivi che, uniti ai benefici di un massaggio, aiutano ad attenuare gli inestetismi. Per avere una pelle liscia e tonica, bella da vedere e da toccare, il nostro consiglio è quello di affiancare sport e alimentazione sana con degli efficaci prodotti anticellulite.

Le armi pesanti: dal laser alla liposuzione

Per chi ha fretta o deve fronteggiare una forma particolarmente resistente di cellulite, poi, vi è la possibilità di passare alle armi pesanti, le quali però risultano ovviamente più invasive e costose dei normali trattamenti anticellulite come creme e oli. Tra questi metodi si contano la pressoterapia per il drenaggio dei liquidi, la liposuzione, la mesoterapia e il laser.

Prodotti consigliati

Francesco Youfarma

About Francesco Youfarma

Youfarma nasce da un’idea del dott. Giorgio Izzo Gualandi,che affiancato da un team giovane e dinamico, ha aggiunto l’innovazione del web alla antica e solida tradizione della farmacia.